sonno-polifasico.it

Mindcheats - Trucchi per sfruttare la mente

Cos'è il sonno polifasico?

Nel caos della vita moderna, uno dei più grandi problemi ai quali ancora si fa fatica a dare una risposta è come trovare più tempo per sé stessi, per le proprie passioni, per la propria famiglia. Nonostante ci si possa impegnare a fare di tutto un giorno dura sempre 24 ore, e gli impegni inderogabili potrebbero portare via la maggior parte se non proprio tutto il tempo a disposizione, e la missione appare impossiibile.

Ma cos'è il sonno polifasico? Se ancora non sai di che cosa si tratta, allora ti consiglio di leggere i paragrafi che seguiranno: prima di iniziare a descriverti tutte le tecniche in dettaglio voglio farti avere un'idea chiara di quello che questo sito tratta, e di quello che ti aspetta che deciderai di intraprendere anche tu questo percorso, così come ho fatto io ormai più di un anno fa.

Il sonno polifasico è una tecnica che ti permetterà di risolvere il problema una volta per tutte: utilizzato da secoli da alcune delle più grandi menti del tempo (fra cui, molti sostengono, addirittura Leonardo da Vinci), se applicherai i consigli che ti darò in queste pagine riuscirai a dormire di meno, riducendo il tempo che dedichi al sonno a sei ore, quattro ore o addirittura due ore al giorno (a seconda della tecnica che utilizzerai).

Il tuo cervello, infatti, non ha bisogno di dormire per otto o più ore al giorno per riposare correttamente: come dirò nella prossima pagina di questo percoso di avviamento verso il sonno polifasico, la mente umana rinuncia all'efficienza in favore di una maggiore elasticità negli orari. Con le giuste tecniche si può di gran lunga migliorare la qualità del sonno, dedicando così molto meno tempo a questa fase della vita. Se quindi sei anche tu dell'opinione che dormire è una perdita di tempo, allora sei senza dubbio sul sito giusto!

Il sonno polifasico, per quanto si suddivida in tante diverse tipologie, parte sempre da un concetto fondamentalmente sempre uguale: per dormire di meno bisogna dormire più volte durante l'arco della giornata. Questo significa che non andrai più a dormire di sera per alzarti la mattina, ma suddividerai le ore di sonno in più parti che distribuirai equamente nell'arco della giornata.

Quindi dovrai andare a dormire più volte per rendere il tutto più efficace. Visto che il metodo ha una base scientifica, ti servirà calcolare con esattezza tutte le tempistiche: per questo la sveglia diventerà la tua più grande amica (o la tua peggiore nemica), in modo da andare a dormire e svegliarti esattamente quando necessario. Va da sé che questo significa anche che dovrai imparare delle tecniche per addormentarti velocemente, soprattutto nel metodo Uberman (dove dormirai ben sei volte al giorno), altrimenti perderai tantissimo tempo nel letto ad aspettare. Per questo, se hai già dei problemi ad addormentarti, ti consiglio prima di tutto di cercare di risolvere questo problema seguendo i consigli che ti darò nella pagina dedicata. Non preoccuparti, comunque: quando inizierai ad applicare i concetti del sonno polifasico, scoprirai che addormentarsi diventerà molto più facile.

Come puoi sicuramente immaginare, questo comporta anche degli svantaggi: non voglio nascondermi dietro delle belle frasi per farti credere di aver trovato la soluzione definitiva e senza effetti collaterali alla mancanza di tempo, perché credo sia più corretto darti una visione completa del fenomeno di cui sto parlando. Starà poi a te decidere se ne vale la pena oppure no, bilanciando benefici e controindicazioni.

Tratterò degli svantaggi del sonno polifasico in una pagina a parte, quindi per tenere tutto in ordine non te ne parlerò qui.

Insomma, se dovessi riassumerlo in una frase: il sonno polifasico è una tecnica che permette di dormire di meno, suddividendo il riposo quotidiano in più parti. Se la prospettiva ti interessa, scopri le basi scientifiche che si celano dietro a questa tecnica nella prossima pagina!